Finché il caffè è caldo
 Finché il caffè è caldo
Titolo Finché il caffè è caldo
Autore Toshikazu Kawaguchi
Prezzo€ 9,99
Traduttore Claudia Marseguerra
EditoreGarzanti
LinguaTesto in it
FormatoAdobe DRM

Descrizione
«Oltre un milione di copie vendute.» The Bookseller «Un libro tenero, che incita a superare le difficoltà con l'anima aperta. » La Lettura - Corriere della Sera - Annachiara Sacchi «Un balsamo per le nostre anime ferite. » Panorama «La sorpresa del passaparola: ha venduto un milione di copie vendute in Giappone e 100.000 in Italia. » Donna Moderna - Alessandra Cipelli «Un romanzo magico quasi come un film di Hayao Miyazaki.» Cosmopolitan «Una meravigliosa lettura su una caffetteria in cui tutto è possibile.» Publishers Weekly Un tavolino, un caffè, una scelta. Basta solo questo per essere felici. ECCO LE 5 REGOLE DA SEGUIRE: Sei in una caffetteria speciale. C’è un unico tavolino e aspetta solo te. Siediti e attendi che il caffè ti venga servito. Tieniti pronto a rivivere un momento importante della tua vita. Mentre lo fai ricordati di gustare il caffè a piccoli sorsi. Non dimenticarti la regola fondamentale: non lasciare per alcuna ragione che il caffè si raffreddi. In Giappone c’è una caffetteria speciale. È aperta da più di cento anni e, su di essa, circolano mille leggende. Si narra che dopo esserci entrati non si sia più gli stessi. Si narra che bevendo il caffè sia possibile rivivere il momento della propria vita in cui si è fatta la scelta sbagliata, si è detta l’unica parola che era meglio non pronunciare, si è lasciata andare via la persona che non bisognava perdere. Si narra che con un semplice gesto tutto possa cambiare. Ma c’è una regola da rispettare, una regola fondamentale: bisogna assolutamente finire il caffè prima che si sia raffreddato. Non tutti hanno il coraggio di entrare nella caffetteria, ma qualcuno decide di sfidare il destino e scoprire che cosa può accadere. Qualcuno si siede su una sedia con davanti una tazza fumante. Fumiko, che non è riuscita a trattenere accanto a sé il ragazzo che amava. Kotake, che insieme ai ricordi di suo marito crede di aver perso anche sé stessa. Hirai, che non è mai stata sincera fino in fondo con la sorella.